Il teatro non è una questione di età, ma di curiosità.*

 

..ed è con questa curiosità che ogni anno il Teatro Pan scopre gli spettacoli da portare al suo festival “Il Maggiolino” giunto quest’anno alla sua nona edizione.

Cinque giorni di teatro, danza, arte e musica per la prima infanzia che permettono al grande pubblico di assistere a Lugano a spettacoli nazionali e internazionali destinati al giovane pubblico e di prendere coscienza della vitalità di quest’arte in piena espansione.

Dall’Italia alla Spagna, dalla Svezia alla Svizzera, gli spettacoli indagheranno quest’anno tematiche legate al regno animale e ad elementi della natura: il vento, il deserto, l’oceano.

Come una lumaca, “Turbolino” de l’ôdieuse compagnie, arriva a Lugano assieme a “L’Elefantino” del Teatro La Baracca, a “I Brutti anatroccoli” della Compagnia Stilema, alla “Tartaruga marina” degli svedesi Teater Albatross, alle uova di tutte le misure di “Storie dal nido “ di Luna e Gnac. Dalla Spagna soffia il vento “Loo” dei Ponten Pie e i musicisti e i cantanti di Aigam sono pronti per creare un universo sonoro per i bimbi e i loro genitori.

Al di là delle rappresentazioni, il festival vuole essere un luogo di riflessione sul senso della cultura per l’infanzia. Portare i piccolissimi verso il teatro vivente ha senso se il suo “accompagnatore” si sente uno spettatore cosciente e che l’arte è produttrice di emozioni anche per lui, per questo abbiamo programmato laboratori creativi e di danza, occasioni di formazione per genitori e docenti, un incontro sul tema della filosofia e sulle esperienze internazionali, concerti per bebè, una gita a Castelgrande per curiosare la mostra-evento “Alla scoperta del mondo”, una serata a teatro con l’ultima produzione del Teatro Pan.

In questa edizione accogliamo il TASI (Teatri Associati della Scena Indipendente) che festeggia i suoi 30 anni di attività con una festa a sorpresa, un’asta creativa, un momento conviviale alla presenza di artisti e il concerto TERRAE. Serata aperta a tutto il pubblico.

E per finire, ancora una volta il battello Airone scivolerà sulle acque del Ceresio per traghettare gli spettatori curiosi a Gandria per assistere a “Mai grande, un papà sopra le righe” di Arione De Falco e alla Villa Heleneum per “Che storie!” del Teatro Pan, per poi concludere la giornata a Lugano con un “Rosso cappuccetto” del Teatro delle Briciole.

Un festival da scoprire, sostenere, tutto da vivere!

 

Direzione artistica
Vania Luraschi e Elena Chiaravalli

 

* cit. Small size Artistic International Association